radiomuseum.org

 
Please click your language flag. Bitte Sprachflagge klicken.

History of the manufacturer  

Marconi - Officine Marconi; Genova

As a member you can upload pictures (but not single models please) and add text.
Both will display your name after an officer has activated your content, and will be displayed under «Further details ...» plus the text also in the forum.
Name: Marconi - Officine Marconi; Genova    (I)  
Abbreviation: marconi
Products: Others Tube manufacturer
Summary:

Officine Radiotelegrafiche Marconi, Genova; Transmitters, receivers and others.

History:
  • “Officine Marconi” fondata nel 1906 come ramo italiano della Marconi's Wireless Telegraph and Co. Inghilterra
  • Sede unica per lungo tempo fu Genova presso il molo Giano, per poter curare l’installazione dei ricetrasmettitori sulle navi della Marina Militare Italiana.
  • Alla fine degli anni trenta le officine Genovesi contavano circa 1.000 operai.
  • La produzione iniziale comprendeva valvole termoioniche, radiotelemetri ed apparecchi di puntamento.
  • All’entrata dell’Italia nella Seconda Guerra Mondiale, la Marconi Italiana ed altre imprese furono requisite e nel 1942 furono cedute alla San Giorgio.
  • Durante la guerra gli impianti Marconi furono spostati a Pistoia per poi ritornare alla fine del conflitto a Sestri Ponente
  • Tra il 1948 e il 1949 fu costituita la Marconi Società Industriale controllata per il 48% dalla San Giorgio, per un altro 48% dalla Marconi's Wireless e per il 4% dalla Società Italiana Marconi, controllata anch’essa da Marconi Wireless.
  • Nel 1953 la San Giorgio che nel frattempo si era fusa con una parte dell’Ansaldo cedette la sua partecipazione in Marconi a Finmeccanica
  • Negli anni cinquanta la Marconi Italiana divenne fornitore di una parte notevole dei trasmettitori TV delle reti televisive nazionali. Collaborò inoltre strettamente con le Forze Armate, diventando, nel quadro della NATO il principale partner per quanto riguarda i sistemi di telecomunicazioni.
  • Nel 1959 Marconi Italiana tornò completamente nelle mani della Marconi's Wireless.
  • Nel 1960 occupava circa 550 tra tecnici ed operai, fatturando circa lo 0,6% del fatturato Italiano dell’industria elettronica.
  • Nel 1970, la Marconi's Wireless entra a far parte di General Electric
  • Dal 1970 con un fatturato di 470 milioni di Lire, si giunge al 1990 con un fatturato di 69 miliardi, arrivando ad occupare circa 1800 tra operai e maestranze.
  • Nel 1998 fatturava circa 700 miliardi di Lire con circa il 70% di export ed occupava circa 2500 persone
  • Nello stesso anno però Marconi Italiana fu oggetto di un'ampia riorganizzazione da parte della General Electric. Furono create Marconi Communications, per produrre sistemi di telecomunicazione, Marconi Mobile, per la telefonia mobile e Marconi Services, per la progettazione di reti di telecomunicazioni.
  • Nel 2002 Finmeccanica rilevò Marconi Mobile.
  • Nel 2005-2006 la maggior parte delle attività furono rilevate da Ericsson.

Le competenze e le conoscenze acquisite dalla Marconi Italiana nel corso di decenni, sono ora nelle mani di Finmeccanica e di Ericsson.

Tratto da un articolo del Dottor Roberto Tolaini

Per gentile concessione di CSI Piemonte (Consorzio per il Sistema Informativo)

“Centro on line Storia e Cultura dell'Industria: il Nord Ovest dal 1850”

 

This manufacturer was suggested by Alessandro De Poi.


Some models:
Country Year Name 1st Tube Notes
20 Marconifono Magnus    
21 Amplificatore N.B.1   Amplificatore per ricevitori Marconifono. 
22 Amplificatore Dulcis   Amplificatore per ricevitori Marconifono. 
22 Amplificatore Strenuus   Amplificatore per ricevitori Marconifono. 
22 Amplificatore Extra N.B.2   Amplificatore per ricevitori Marconifono. 
22 Marconifono Puer V24  Ricevitore a cristallo con amplificazione a valvole. 
22 Marconifono Extra III V24   
22 Marconifono Infans    
23 Marconifono Juvenis N    
23 Marconifono Juvenis V V24   
24 Marconifono Vir N    
23 Marconifono V2    

[rmxhdet-en]
  
rmXorg