radiomuseum.org
Please click your language flag. Bitte Sprachflagge klicken.

Radio di porcellana

Moderators:
Ernst Erb Jürgen Stichling Bernhard Nagel 
 
Please click the blue info button to read more about this page.
Forum » Radios and other type of sets (Physics) etc. » Devices: rare or unknown or self made » Radio di porcellana
           
Enrico Puccini
 
 
I  Articles: 29
Schem.: 4
Pict.: 608
01.May.12 15:05

Count of Thanks: 3
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   1

Salve a tutti,

ho recuperato una radio italiana di porcellana di piccole dimensioni (15x11x8 cm) con tre valvole UCH42, UAF43 e UL41 che non sono riuscito ad identificarla.

Sulla scala parlante è riportata una sigla non chiarissima (Cogo Cogo Radio o Copo Copo Radio), chiedo se qualcuno è in grado di fornire informazioni per poterla inserire nel sito.

Allego alcune foto.

Saluti

Enrico Puccini

Attachments:

Emilio Ciardiello
Emilio Ciardiello
Editor
I  Articles: 530
Schem.: 165
Pict.: 790
01.May.12 18:37

Count of Thanks: 4
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   2

Salve Enrico,

la scritta sembrerebbe dire 'Cip Cip Radio 46 o A6', ma posso sbagliare.

Emilio

This article was edited 01.May.12 18:38 by Emilio Ciardiello .

Vittorio Sartori
Vittorio Sartori
 
I  Articles: 9
Schem.: 2
Pict.: 240
01.May.12 18:42

Count of Thanks: 7
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   3

Complimenti. Un apparecchio da favola, almeno per me che privilegio i piccoli ricevitori. Un gioiello. Personalmente leggo " Cip cip radio 46" e determinante è quella scritta in alto "Itala". Potrebbe essere spagnola, ma dato che monta valvole tassate in Italia e componenti Geloso, propenderei per un fabbricante italiano tipo Era o altro artigiano del nord Italia. Stupenda!

Vittorio Sartori
Vittorio Sartori
 
I  Articles: 9
Schem.: 2
Pict.: 240
01.May.12 18:51

Count of Thanks: 4
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   4

Posso aggiungere che per me è una supereterodina. Ne sono state prodotte alcune da diversi fabbricanti con tre sole valvole e un raddrizzatore ad ossido di rame o selenio .

Enrico Puccini
 
 
I  Articles: 29
Schem.: 4
Pict.: 608
01.May.12 19:40

Count of Thanks: 5
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   5

Ringrazio per l'interessamento,

guardando bene il modello riportato sotto la scritta Cip Cip Radio dovrebbe essere H6, è la marca Cip Cip che mi lascia perplesso perchè non ho mai sentito nominare questo nome nè ritrovata in rete.

Confermo che è una supereterodina ad induttanza variabile con raddrizazzatore all'ossido di selenio.

Mi piacerebbe inserirla ma vorrei avere più certezza sulla marca da proporre.

Saluti

E. Puccini

Antonio Maida
Antonio Maida
 
I  Articles: 106
Schem.: 12
Pict.: 575
13.Jun.16 10:51

Count of Thanks: 2
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   6

Ciao, dato che un amico ha trovato una radio di piccole dimensioni che riporta la scritta Cip Cip Radio, si può avere una foto del mobiletto con la scala parlante.    Saluti   Antonio

Enrico Puccini
 
 
I  Articles: 29
Schem.: 4
Pict.: 608
13.Jun.16 21:01

Count of Thanks: 2
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   7

Saluti a tutti,

avevo già inviato le foto richieste da Antonio, ma non so perchè i link portano da un'altra parte.

Allego comunque altre foto e resto a dosposizione per ulteriori approfondimenti.

Saluti

Enrico Puccini

Attachments:

This article was edited 13.Jun.16 21:05 by Enrico Puccini .

Antonio Maida
Antonio Maida
 
I  Articles: 106
Schem.: 12
Pict.: 575
15.Jun.16 07:58

Count of Thanks: 5
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   8

Salve,grazie per le foto; un chiarimento sull'alimentazione: le tre valvole in serie raggiungono una tensione di filamento di circa 80 Volt, per arrivare alla tensione di alimentazione, c'è un piccolo autotrasformatore, delle resistenze di cadura oppure un dispositivo esterno ?    Grazie e saluti   Antonio

Enrico Puccini
 
 
I  Articles: 29
Schem.: 4
Pict.: 608
17.Jun.16 21:29

Count of Thanks: 4
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   9

Buonasera,

ho smontato la radio, non c'è nessun trasformatore e nessuna resistenza di caduta e date le dimensioni sarabbe stato impossibile farcele stare, sicuramente c'era un dispositivo esterno che però non ho.

Escono alcuni fili e si vedono dalla foto allegata, collegati così:

1 cambio tesioni 110-120

2 cambio tensioni 140-160

3 cambio tensioni 220-230

4 filamento UL41 in serie con filamento UCH42 in serie con filamento UCH42 e massa

5 ingresso raddrizzatore al selenio

Il comune del cambio tensioni naturalmente è collegato a massa.

Mi piacerebbe trovare il tempo per metterla in funzione, già che c'ero ho sistemato la cordella di sintonia.

A disposizione per ulteriori verifiche.

Saluti

E. Puccini

Attachments:

  
rmXorg