radiomuseum.org
Please click your language flag. Bitte Sprachflagge klicken.
 

sonora: Un problema con una Sonorette 50

Moderators:
Martin Renz Ernst Erb Vincent de Franco Martin Bösch Bernhard Nagel Otmar Jung Heribert Jung Eilert Menke 
 
Please click the blue info button to read more about this page.
Forum » Radios and other type of sets (Physics) etc. » MODELS DISPLAYED » sonora: Un problema con una Sonorette 50
           
Paolo Gramigna
Paolo Gramigna
 
I  Articles: 4
Schem.:
Pict.: 1
17.Sep.17 19:45

Count of Thanks: 4
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   1

Salve a tutti...
Mi sono procurato un guaio da solo.
Ho trovato su Ebay una Sonorette 50 "pagnottella", che non sembrava messa male, a sentire il venditore.
Piaceva a mia moglie, e allora...

Quando è arrivata... beh mi sono messo le mani nei capelli.
La radio era stata "rimaneggiata" più volte, a quello che vedo.
Gli elettrolitici di alimentazione erano stati sostituiti, ma quelli "nuovi" erano in perdita perfino con il tester. Ripple da paura.
Resistenze di valore alterato, condensatori pure... ma quel che è peggio diverse connessioni non seguivano lo schema, che ho trovato e che allego; evidentemente qualcuno aveva "interpretato..."; infine, c'è un diodo in parallelo alla raddrizzatrice, con resistenza in serie da 60 Ohm che per ora non ho tolto.
La levetta del cambio gamma è rotta (e rotta male, non si aggiusta), la scala non è un gran che...
Per il momento, ho rimandato il restauro "filologico" ed ho cercato di riportare tutti i collegamenti come da schema, con componenti nuovi, magari in un secondo tempo potrei riportarla a condizioni esteticamente accettabili.
La levetta si trova su Ebay, ma costa come la radio; penso che la costrurò artigianalmente.
La scala si trova anch'essa, ma ai prezzi di cui sopra...

Il problema è che ora si accende; il ripple di alternata sui condensatori elettrolitici è, direi buono; la bassa frequenza (dal potenziometro in poi) non va male (iniettando un segnale sulla griglia della UBC41 esce abbastanza pulito); l'oscillatore oscilla (almeno lo vedo con l'oscilloscopio sulla placca della UCG42); ma la radio ronza da matti, soprattutto se collego il filo centrale del potenzionetro (se lo scollego il ronzio è molto meno).
Più che un ronzio di alternata, sembra quasi un "motor boating", la cui intensità varia girando il potenziometro.
Naturalmente, non riceve nulla...
Allego un paio di foto (prima e dopo i trapianti).
Qualche anima pia avrà compassione di un vecchio riparatore, arrugginito da 30 anni di inattività?
Ogni consiglio sarà gradito e benedetto!

Attachments:

Paolo Gramigna
Paolo Gramigna
 
I  Articles: 4
Schem.:
Pict.: 1
17.Sep.17 20:14

Count of Thanks: 4
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   2

Un aggiornamento al post precedente:


ho cambiato tutti i condensatori a tubetto (tutti avevano valori molto fuori tolleranza, qualcuno era in perdita).
ho cambiato diverse resistenze, ad alcune ho fatto un parallelo per riportarle in tolleranza.
Invece del gruppo r7-r8 ho trovato solo la r8 (salita a 3Mohm) che ho cambiato. Non c'era traccia della r7, che ho aggiunto (1Mohm)
Mettendo a masse le griglie non cambia nulla; ti riporto le tensioni che ho letto:
UL41: griglia -5,3, schermo +105
UBC41: griglia -1,4, placca +75
UF41: griglia -0,48, schermo +75
UCH42: griglia -0,35, schermo +75

staccando il collegamento che dal potenziometro va alla UBC41, il motorboating sparisce.

C'è ancora il diodo, con resistenza in serie da 68 Ohm, in parallelo alla UY41. Non l'ho tolto perchè non ho una valvola di ricambio, e penso che sia stato messo perchè la UY41 era esaurita; ma non credo influisca. Il ripple sull'anodica, dopo aver cambiato gli elettrolitici, è molto basso.

Il problema è che il gruppo di commutazione/bobine è difficilissimo da raggiungere, per cui non ho cambiato nè provato nessun condensatore a mica. Sono tutti incerati.

guardandoci con l'oscilloscopio, mi sembra che la oscillatrice funzioni, c'è un segnale RF sovrapposto al motorboating.

Qualche idea? Grazie in anticipo!

  
rmXorg