radiomuseum.org
Please click your language flag. Bitte Sprachflagge klicken.

* FAQ - Come inviare PROPOSTE DI NUOVI MODELLI

Moderators:
Martin Renz Ernst Erb Jürgen Stichling Vincent de Franco Bernhard Nagel Martin Steyer 
 
Please click the blue info button to read more about this page.
Forum » FAQ - click for boards » FAQ about the radio pages » * FAQ - Come inviare PROPOSTE DI NUOVI MODELLI
           
Alessandro De Poi
Alessandro De Poi
 
I  Articles: 278
Schem.: 2448
Pict.: 5380
04.Mar.08 23:11

Count of Thanks: 16
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   1

Come inviare una proposta di un nuovo modello di radio/apparecchio


Questa guida si propone di aiutare a comprendere la procedura di invio di una proposta di un nuovo modello nella banca dati di Radiomuseum.org.
A prima vista, la compilazione della procedura per aggiungere nuove radio (o altri apparecchi, limitatamente al campo d'azione di radiomuseum) potrebbe sembrare un po' complessa. È probabile che dovrai confrontarti con messaggi degli amministratori e, come è comprensibile, potresti essere contrariato se non tutto viene accettato ai primi tentativi. Ci sono alcuni semplici requisiti da tenere a mente: se seguiti, non si dovrebbero incontrare problemi.

 

1. Controlla che l'apparecchio proposto non sia già registrato nella banca dati di rm.org


Prima di inviare la proposta, utilizza la ricerca nella pagina iniziale per verificare che l'apparecchio che si desidera aggiungere NON sia già memorizzato. Non cercare soltanto il nome completo dell'apparecchio, ma prova anche con solo una parte del nome o con gli apparecchi coevi della stessa marca. È possibile anche utilizzare la ricerca con la galleria fotografica: potresti riconoscere il tuo apparecchio sotto una differente denominazione.

Ad esempio: possiedi un apparecchio denominato "Sony ICF-SW7600" - prova a cercare "Sony" (campo "produttore") e "7600" (nome modello) e confronta il tuo apparecchio con i risultati della ricerca. In questo caso, infatti, troverai il mod. "ICF-SW7600" e il successivo "ICF-SW7600G".

Il motivo più frequente di mancata accettazione di una proposta di nuovo modello è dovuta al fatto che era già presente nella nostra banca dati. Pertanto, consigliamo vivamente di effettuare questi controlli, per evitare il rischio di compilare la scheda di invio di un doppione che non potrà venir accettato.

2. Procedura di Proposta di un nuovo modello


Clicca sul link Proponi un modello che si trova sulla sinistra nella pagina iniziale di radiomuseum.org, e quindi "Invia nuovi modelli".

 

Si visualizzerà il modulo da compilare per inviare una proposta (potrebbe richiedere qualche secondo, se non si dispone di una veloce connessione a Internet).


Per maggiori informazioni, consigliamo la lettura o la stampa del testo di aiuto accessibile cliccando sul pulsante blu [i].

2.1 Immettere Produttore / Marca e il Nome del modello

Come primo consiglio, identifica con certezza marchio e nome modello prima di inviare la proposta, e cerca di inviare i dati seguendo lo standard del sito. Pertanto non sono accettabili proposte inviate "a occhio e croce", andando per tentativi, del tipo "penso che il modello sia XXX".

Proposte di modelli sconosciuti e/o di produttori incerti verranno accettate in rare occasioni, in quanto l'obiettivo del sito è la catalogazione accurata e ricercabile dei modelli. Puoi chiedere aiuto al forum nella sezione Apparecchi sconosciuti, inviando foto nitide dell'apparecchio e della targhetta identificativa, elenco valvole e ulteriori informazioni che possano aiutare all'identificazione: discutere con diversi soci ti permetterà di conoscere qualcosa in più sull'apparecchio in tuo possesso.

2.1.1. Immettere produttore / marca


Nella maggior parte dei casi, la marca e il nome dell'apparecchio sono evidenti: è sufficiente trascriverli nei rispettivi campi.
In alcuni casi, possono esserci diversi produttori con nome identico o simile, anche in diversi Paesi. In tal caso, dovrai successivamente selezionare il produttore corretto.

Consigliamo di identificare il produttore corretto prima di inviare la proposta: quando si utilizza la ricerca per verificare che il modello da proporre non sia già presente, è possibile prendere nota del nome del produttore (così come memorizzato nella banca dati), in modo da inserirlo in questo campo.

Se il produttore non è presente in Radiomuseum.org (effettivamente, molti ancora non lo sono), dovrai prima inviare la proposta di un'aggiunta di un nuovo produttore. NON INVIARE LA PROPOSTA CON PRODUTTORI ERRATI o con nomi simili: se malauguratamente venisse accettato, potresti compromettere la qualità delle informazioni del sito. In caso di dubbi, scrivi nel forum o contatta un amministratore.

2.1.2. Immettere la denominazione dell'apparecchio / anno di produzione


Molto spesso, la denominazione del modello, ovvero un nome (ad es., Faltusa, Satellit) e/o un numero, viene semplicemente scritta sul mobile o sul retro dell'apparecchio. In questo caso, non sarà difficile indicarne la denominazione.

Il campo “Tipo modello / chassis” va utilizzato per gli apparecchi identificati con una combinazione di numeri e lettere: alcune aziende non assegnavano ai propri apparecchi dei nomi, ma soltanto sigle e combinazioni di numeri.

I modelli di produzione USA costituiscono un'eccezione: in questo campo va indicato la denominazione del telaio (chassis) impiegato, usualmente indicato sulla targhetta identificativa, mentre la denominazione va indicata nel campo “Nome”.

Errori comuni:

  • Nel campo Tipo telaio/chassis NON va indicato il numero di serie del proprio apparecchio! Un singolo numero di serie non va mai indicato: non è, per ovvie ragioni, possibile registrare gli apparecchi in base ai numeri di serie.
  • Nei campi nome/tipo modello NON VA INSERITA una descrizione del telaio o dell'apparecchio (es. "orizzontale", "portatile", "radioricevitore"); inoltre è evidente che per prodotti esteri non andrebbe utilizzata una denominazione in italiano: salvo eccezioni, è poco probabile che il modello venisse venduto in tutto il mondo con nomi italiani.
  • Ovviamente, chiediamo di non inserire denominazioni errate/di fantasia.


Il passo successivo prevede l'inserimento dell'anno di produzione.

Inserire l'anno di inizio e, se conosciuto con certezza, di fine produzione. È un compito semplice, se si dispone di un documento promozionale o di un listino prezzi dell'anno di produzione. In alcuni casi, l'anno è indicato sullo schema elettrico, o apposto con un timbro su alcuni componenti all'interno dell'apparecchio.

In molti casi, potresti avere solo un'idea approssimativa sul periodo in cui l'apparecchio è stato prodotto. In questo caso, indicare nella casella apposita il grado di incertezza dell'anno di produzione.

 

2.2 Inserire il tipo di apparecchio / principio di ricezione


Nel campo successivo, selezionare il tipo di apparecchio tra quelli presenti nell'elenco. Quelli più frequentemente utilizzati sono “Radio o sintonizzatore”, “Registratore e/o riproduttore” per i giradischi e i magnetofoni, oppure “Alimentatore”, “Altoparlante” o “Microfono”.


Poi specifica il campo più adatto per il tipo di circuito (Principio di ricezione). Per una comune radio supereterodina, la scelta corretta potrebbe essere "Supereterodina (in generale)". Controlla anche le altre opzioni, quale “Supereterodina a doppia/tripla conversione” per i ricevitori world band; per apparecchi a galena “Rivelazione a cristallo” potrebbe essere la scelta corretta.



È possibile di seguito inserire la frequenza intermedia, spesso indicata sullo schema o, in altri casi, sul retro dell'apparecchio. Nei campi seguenti è possibile inserire informazioni sul numero dei circuiti accordati, se conosciuto.

Per gli apparecchi radio, il campo successivo prevede di inserire le gamme d'onda coperte dal ricevitore.


“Solo onde medie”, ad esempio, viene utilizzato per indicare le onde medie (broadcast/MW).

Alcuni apparecchi erano adatti a ricevere gamme d'onda speciali, come quelle per le comunicazioni della Polizia o dei Taxi. In questi casi, o quando l'apparecchio riceve combinazioni diverse di gamme d'onda, si può selezionare “Gamme d'onda nelle note o sconosciute”, specificando nelle note in basso le frequenze ricevute.

 

2.3 Alimentazione


Il campo seguente richiede di inserire il tipo di alimentazione per il funzionamento dell'apparecchio. Occorre indicare i tipi di alimentazione, e i voltaggi.



La maggior parte degli apparecchi “moderni” funzionano con alimentazione a corrente alternata dalla comune rete elettrica. Nella maggior parte dei casi, le radio con valvole della serie U funzionavano invece ad alimentazione AC/DC (universale).

Si indichi quindi tutti i voltaggi con cui l'apparecchio è in grado di operare. Utilizza un trattino ( - ) per indicare il range di voltaggio, e un punto e virgola ( ; ) per separare i singoli voltaggi. Se c'è anche la possibilità di alimentare l'apparecchio a batterie, si può inserire le relative informazioni separandole con la barra ( / ). In questo caso è possibile anche specificare il numero di batterie a secco (utilizzando il carattere speciale × - copiabile da questa pagina o inseribile con la combinazione di tasti [Alt]0215).

Per esempio: 110-130; 220-250 / 6 × 1,5

Il sistema aggiungerà automaticamente l'unità di misura V per i volt: NON AGGIUNGERE l'indicazione "V", altrimenti apparirà due volte. In questo campo non vanno inserite eventuali informazioni su Hz o watt.

 

2.4 Altoparlante e potenza d'uscita


L'altoparlante più comune negli apparecchi successivi al 1955 è l'”Altoparlante magnetodinamico (magnete permanente e bobina mobile)”. L'altoparlante elettrodinamico utilizza bobina mobile e bobina di eccitazione/di campo.
Alcuni apparecchi non hanno un altoparlante interno: è sufficiente specificare “nessun altoparlante”.

Il campo seguente prevede l'immissione del diametro dell'altoparlante, misurato in cm o pollici. Se l'altoparlante fosse ellittico, utilizzare “Altoparlante magnetodinamico - ellittico” nel campo precedente, e lasciare vuoto il campo “Diametro altoparlante”.

 

2.5 Mobile


Anche questa sezione è abbastanza semplice.
Non dovrebbero esserci particolari problemi ad identificare il corretto materiale di cui è composto il mobile. È semplice distinguere il legno dalla bachelite; mentre per gli apparecchi più moderni in plastica si può scegliere “Plastica (no bachelite o catalina) ”.

Anche inserire la forma del mobile non dovrebbe costituire un grosso problema.




Di seguito ci sono alcuni esempi di:


Radio tascabile / radio portatile (a valigetta) / soprammobile con qualsiasi forma/ Rack.

Negli spazi seguenti si possono inserire dimensioni e peso della radio.

 

2.6. Elenco delle valvole e dei transistors


Ora viene un'altra sezione da inserire, che potrebbe richiedere maggior attenzione.

Occorre scrivere le sigle delle valvole utilizzando lettere maiuscole e senza spazi all'interno di ciascuna sigla. Ciascuna valvola va separata dalla successiva con uno spazio (non trattini, virgole, punti e virgole, ecc) - in modo che vengano riconosciute dal sistema di radiomuseum.org, e in modo che venga automaticamente aggiunto un link alla banca dati delle valvole.

Nell'elenco, inizia con le valvole a partire dall'antenna, finendo con le valvole raddrizzatrici. Se trovi un elenco delle valvole o se le valvole sono numerate progressivamente nello schema, spesso si può utilizzare quell'ordine.

Per convenzione, l'occhio magico va sempre indicato nella quinta posizione: è il caso di tutte le valvole con sigla che comincia con EM…, UM…, e valvole come 6E5 e 6AF7.

Un'altra cosa da ricordare: nel campo in cui indicare il numero totale di valvole, bisogna contare tutte le valvole e i tubi, incluse le valvole raddrizzatrici. Invece, i ballast e i regolatori di tensione (quali 0A2, VR150) non vanno considerate per il conteggio del numero totale delle valvole, ma possono comunque venir inserite nell'elenco delle valvole

Per raddrizzatori allo stato solido, è possibile utilizzare la denominazione Tr.Gl. nell'elenco delle valvole; Selenium-Rectifier per raddrizzatori al selenio, e così via.

Il campo successivo richiede di immettere il numero di transistor impiegati nell'apparecchio. Se non ve ne sono, si può lasciare il campo vuoto oppure scrivere 0.

L'elenco dei transistor (se l'apparecchio ha un numero ridotto di transistor) può venir specificato nella lista, dove è possibile specificare anche il numero di diodi e di circuiti integrati. Transistor, diodi e IC non vanno contati nel numero delle valvole.

 

2.7 Ulteriori informazioni nel campo “Annotazioni”


Le “Note” sono il posto dove descrivere ulteriori informazioni sull'apparecchio. Ad esempio, qui è possibile indicare il numero di gamme d'onda (qualora il campo precedentemente descritto non preveda la combinazione di gamme d'onda dell'apparecchio), fornire informazioni sulle modalità di utilizzo, su speciali varianti dell'apparecchio, su quali fossero gli accessori e come fossero chiamati (es.: altoparlante da abbinarsi, alimentatore esterno), ecc.

Per favore, non inserire informazioni specifiche dell'apparecchio in tuo possesso, come “graffi sul coperchio”, “valvola mancanti”, “apparecchio funzionante”, “manopole non originali”, “da restaurare”, “numero di serie: 123456”. Queste informazioni potranno invece essere aggiunge nella didascalia delle tue immagini sull'apparecchio specifico, in modo che anche gli altri collezionisti possano riconoscere quali sono le parti non originali.

Poiché il sito ha carattere multinazionale, per gli apparecchi di produzione estera è preferibile tradurre le note anche in lingua inglese.

Per andare a capo nelle note (e separare due paragrafi), è possibile utilizzare il codice HTML: <br /> .

 

2.8 Fonte dei dati


Siamo quasi arrivati alla fine: in questa sezione bisogna indicare da dove provengono le informazioni che stai inviando.

Quando inserisci informazioni da cataloghi radio, oppure dal manuale d'istruzioni o da una raccolta di schemi, utilizza la sezione e la selezione più appropriata. In caso di libri non presenti nell'elenco, si può contattare un amministratore per aggiungerli.

Se invii informazioni derivanti da altri siti web o da aste elettroniche, occorre considerare che non sempre tali informazioni si sono rivelate accurate. Pertanto, se non si è sicuri dell'affidabilità delle informazioni, è preferibile verificare su ulteriori fonti o inviare solo le informazioni certe.

Il campo “Fonte esterna dei dati” veniva utilizzata in caso di informazioni inviate da utenti esterni al sito. Pertanto, nella maggior parte dei casi non va compilata.

 

2.9 Annotazioni personali


L'ultimo campo della pagina va utilizzato per eventuali informazioni che potrebbero essere utili agli amministratori, come “apparecchio della mia collezione, di cui invierò foto”, “non conosco l'elenco delle valvole, in quanto alcune sono mancanti”.

 

3. Invio della proposta


Per confermare la proposta da inviare, è sufficiente premere il pulsante “GO”.

Probabilmente ti verrà chiesto di scegliere produttore/marca corretti nella pagina seguente (presta attenzione che sia quello giusto, per non inviare l'apparecchio ad un produttore errato!), oppure potrebbe chiederti di aggiungere eventuali unità di misura non specificate (cm o pollici?). In questi casi si può tornare indietro col pulsante “Back” (Indietro) per tornare alla proposta di un nuovo modello e confermare nuovamente.

Dopo che la proposta è stata inviata con successo, riceverai la conferma a video.
 

4. Procedura di accettazione o di non accettazione del modello

A questo punto potrà cominciare il controllo da parte degli amministratori: la tua proposta verrà verificata da almeno due amministratori.

In alcuni casi, alcune delle proposte dovranno venir modificate, oppure l'amministratore dovrà svolgere alcune ricerche e controlli, pertanto ti chiediamo di pazientare fino a quando non riceverai una email automatica che confermi l'accettazione della proposta.

Puoi osservare il processo di accettazione e di amministrazione modelli cliccando sul link “Amministrazione” sulla sinistra nella pagina iniziale del sito.

Dopo che avrai ricevuto la conferma dell'accettazione della proposta, potrai accedere alla pagina del modello che hai proposto, alla quale sarà possibile inviare immagini, schemi, quotazioni oppure scrivere richieste di aiuto in caso di problemi sulla riparazione, semplicemente cliccando sul relativo link in alto alla pagina “Aggiungere informazioni al modello/forum”.

Alcune proposte potrebbero venir verificate con qualche ritardo: talvolta, gli amministratori dovranno effettuare alcune ricerche - ma dato che non è compito degli amministratori effettuare ricerche su un apparecchio in tuo possesso, cerca di esaminare il tuo apparecchio prima di inviare la proposta.

In alcuni casi, potresti ricevere messaggi da parte degli amministratori, che potrebbero richiederti ulteriori informazioni (elenco valvole, immagini NITIDE dell'apparecchio o della targhetta identificativa, altoparlante, gamme d'onda, ecc.). Se possibile, cerca di rispondere abbastanza tempestivamente: se gli amministratori non ricevono risposta dopo una o due settimane, c'è il rischio che l'accettazione della proposta non possa venir portata avanti (mancata risposta = mancata accettazione del modello).

I messaggi degli amministratori potrebbero essere brevi e concisi: spesso non hanno il tempo per scrivere lunghe lettere. Dato che gli amministratori sono di diverse nazionalità, alcuni potrebbero contattarti in lingua inglese (o, se si preferisce, tedesco), in quanto non tutti conoscono l'italiano. In caso di difficoltà di comunicazione nelle lingue straniere, puoi contattare un amministratore che parli l'italiano utilizzando il modulo di contatto.

Se non sei d'accordo con la mancata accettazione di una tua proposta (trovi le motivazioni della mancata accettazione nell'email "Commenti dell'amministratore riguardo la tua proposta"), puoi discuterne col mediatore (in inglese o tedesco), selezionando l'apposita opzione nel modulo di contatto, che potrebbe essere d'aiuto a risolvere la situazione.

Spero che questa piccola guida possa essere d'aiuto nell'invio di nuovi modelli nel sito. Benché all'inizio possa sembrare complesso e risultare quasi una piccola sfida, con questi accorgimenti non dovresti incontrare problemi.


(Guida basata sulla FAQ in inglese di Martin Bösch)

This article was edited 31.May.11 22:16 by Alessandro De Poi .

Alessandro De Poi
Alessandro De Poi
 
I  Articles: 278
Schem.: 2448
Pict.: 5380
25.May.10 22:16

Count of Thanks: 8
Reply  |  You aren't logged in. (Guest)   2

Aggiungo qui di seguito un breve filmato riepilogativo d'esempio, relativo all'invio di un modello seguendo le procedure indicate (cliccare sui pulsanti in basso a destra del filmato per ingrandirlo)

This article was edited 25.May.10 22:42 by Alessandro De Poi .

  
rmXorg